Dopo essere stato istituzionalizzato, il Premio Mons Aureus, ritorna ad essere assegnato al “monteleprino dell’anno”.

Mons Aureus che per 6 anni è stato uno dei più importanti premi letterari, dal 2016, si è trasformato in un premio da consegnare ogni anno ad un monteleprino che con il proprio lavoro, con la propria immagine ha dato lustro alla cittadina.

Il primo premio Mons Aureus al “monteleprino dell’anno” è stato assegnato al benefattore Lino Saputo, che con i suoi successi ha portato un po’ di Montelepre nel Canada e non ha mai dimenticato il paese che gli ha dato i natali.

Quest’anno, la commissione per l’assegnazione del premio, ovvero la commissione di Biblioteca Comunale di Montelepre, ha decretato vincitore il Sassofonista Gian Piero Lo Piccolo che con la sua musica, ha portato in alto il nome di Montelepre in tutto il mondo.

La cerimonia di premiazione si è svolta il 12 Luglio 2017 in occasione di una splendida serata musicale dedicato a un’altro musicista monteleprino, da poco scomparso, Sal Genovese. “Un premio che vuole essere anche di tutti i musicisti monteleprini” afferma l’Assessore alla cultura Purpura. Soddisfatto invece il presidente di Arca nonchè ideatore del Primo Premio Mons Aureus, Leonardo Gaglio “I miei complimenti all’amministrazione del Comune di Montelepre, che ha deciso finalmente di riconoscere il valore dei propri figli, di ricordare e non più dimenticare, come è stato fatto a volte in passato”.

A Gian Piero Lo Piccolo la prestigiosa scultura in bronzo, opera del Maestro Salvatore Rizzuti, uno dei più importanti scultori italiani viventi.

848d4fd3-c84a-4572-b06b-10ef75e5b2ec

2a4bf86c-df91-41e2-8226-af39f5b0fbd9